A breve la Terza giornata dimostrativa del progetto Trainagro

Published by Francesca Bonello on

I droni stanno rivoluzionando l’agricoltura, il loro utilizzo è sempre più diffuso. Consentono di monitorare accuratamente dall’alto lo stato delle coltivazioni, in modo da prevenire l’insorgenza di eventuali malattie effettuando interventi mirati, circoscritti e dunque più sostenibili e vengono utilizzati con successo anche nella lotta biologica ed integrata, ad esempio nel controllo della piralide del mais. L’utilizzo del Trichogramma brassicae, un imenottero parassitoide oofago di lepidotteri, è una valida alternativa alla difesa chimica e con l’avvento dei droni la
sua distribuzione è stata resa possibile e più agevole ovunque, anche negli appezzamenti di piccole dimensioni. L’utilizzo dei droni per i trattamenti in agricoltura presenta diversi vantaggi: è possibile effettuare il trattamento su terreni bagnati, non provoca il compattamento del terreno, riduce il consumo idrico, ma la scelta del momento dell’intervento deve essere estremamente accurata.

L’8 maggio Rossano e Roberto Buoli della Ditta Buoli Attilio snc. e Marco Zambelli, consulente tecnico del Consorzio dell’Emilia, ci parleranno della loro esperienza in merito all’uso del drone nella lotta alla piralide del mais., illustrandoci i punti di forza di questo approccio . Tempo permettendo, si terrà una simulazione di volo.

Saremo ospitati presso Cascina Valentino a Pizzighettone (http://www.cascinavalentino.it/).


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *