Gli strumenti e i risultati

il progetto produrrà diverse tipologie di materiali utili per gli agricoltori, tra cui delle linee guida sull’uso sostenibile dei pesticidi, strumenti di autovalutazione, come le checklist, che consentono agli agricoltori di valutare le criticità strutturali relative alla gestione in ambito aziendale e monitorare il proprio comportamento nelle varie fasi del ciclo di vita dei prodotti fitosanitari, materiali multimediali relativi alle più moderne tecniche e tecnologie disponibili in campo.
Verranno organizzati momenti informativi e dimostrativi indirizzati alle aziende lombarde per farne apprezzare l’impatto delle tecnologie in tutte le fasi di gestione, controllo e valutazione.

Le ricadute di TRAINAGRO  saranno di tre tipi:

  • ambientale: le azioni del progetto, tese a promuovere una maggiore comprensione dei potenziali rischi per l’uomo e per l’ambiente connessi all’uso dei fitofarmaci; ad incoraggiare l’adozione di tecniche innovative relativamente all’utilizzo sostenibile di prodotti fitosanitari possono aiutare a ridurre comportamenti errati e impatti indesiderati;
  • sanitario: l’uso responsabile dei fitofarmaci permette di ridurre al minimo l’esposizione degli operatori, dei lavoratori dei residenti e in generale dei soggetti esterni al mondo agricolo;
  • economico: la corretta gestione dei fitofarmaci e la conoscenza di alternative può migliorare l’efficienza nelle pratiche di difesa fitosanitaria e quindi ottimizzare le risorse.